La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




venerdì 4 novembre 2011

San Carlo Borromeo


Nasce nel 1538 ad Arona sul lago Maggiore da nobile famiglia. Uomo di grande fede, vasta cultura e ardente carità, può essere considerato uno dei più grandi Vescovi e conquistatori di anime  nella storia della Chiesa.  Come Vescovo di Milano si preoccupa della formazione del clero e dei fedeli, fonda ospedali, ospizi, seminari, con le sue ricchezze personali. Fioriscono, sotto il suo impulso, confraternite religiose, opere pie, istituti benefici.  E' pastore instancabile, guida forte e coraggiosa, padre amorevole. Non si risparmia digiuni, sacrifici, mortificazioni. Muore a 46 anni il 3 novembre 1584, stremato dalle fatiche.

Nessun commento:

Posta un commento