La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




mercoledì 21 dicembre 2011

Lo stupore



Per regalarvi queste immagini stamattina mi sono congelata!
Ma ne è valsa la pena!




2 commenti:

  1. anch'io questa mattina alle ore 7 stavo viaggiando in dierzione di Torino e mi sono pentita di non avere con me la macchina fotografica. Il cielo era proprio come lo hai fotografato tu - meraviglioso. L'aurora segue la notte e precede il sorgere del sole portando con sè le speranze di una giornata feconda.

    RispondiElimina
  2. La cosa meravigliosa è che siamo sotto lo stesso cielo e vediamo le stesse cose!

    RispondiElimina