La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




domenica 18 marzo 2012

Giorni di grazia



Il sabato è un giorno particolare non solo per le cose che ho raccontato  qui AL BAR DI ORESTE, ma soprattutto perchè è il giorno in cui, di solito, mi confesso e vado, con mio marito, al Monastero Benedettino 'Santissima Annunziata' di Fossano, per incontrare Suor Maria Renata. Vivo momenti di pace e di gioia indicibili. Le poche parole che il sacerdote pronuncia per rimettermi in comunione con il Signore, sono musica per il cuore e l'anima! Mi sento pacificata con Dio e con il mondo intero! Non c'è nulla di più importante che sentirsi in pace ed accolti nel Cuore di Cristo, e soprattutto, nonostante le colpe, avere la possibilità di ricominciare di nuovo dal principio, perchè Dio ha già cancellato e dimenticato ogni mia infedeltà. "Io ti assolvo dai tuoi peccati nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo", che dono meraviglioso il Signore ha fatto ai sacerdoti! Ha posto nelle loro mani sante, il Suo profumo, il Suo dono più prezioso, il balsamo Divino che cura ogni ferita. Ogni volta che mi accosto al Sacramento della Confessione, faccio davvero l'esperienza più profonda di Dio e del Suo perdono: Lo incontro, Lo vedo, Lo guardo negli occhi.....
Lui mi guarda, mi ama, mi tocca e mi guarisce: attraverso le mani, gli occhi ed il cuore del sacerdote!
L'esperienza dell'incontro con Dio nella confessione, rende la visita al Monastero ancora più gioiosa e fruttuosa.
Suor Maria Renata ci istruisce e ci fa meditare la Santa Regola di San Benedetto, per prepararci, nel migliore dei modi, al momento dell'oblazione benedettina, che spero sia al più presto!
Quando io e mio marito usciamo dal Monastero dopo la 'lezione' ci sembra di aver assaporato un pezzetto di Cielo!!!!!!
Ieri meditavo, appunto, sull'amore di Dio, che sento fortemente presente ed espresso nel Sacramento della Confessione e questo pensiero mi ha accompagnata per l'intero arco della giornata, ed oggi Padre Giovanni nell' omelia, alla Santa Messa, ha ribadito lo stesso concetto. Allora, credo proprio, senza dubbio, che il Signore mi è accanto e mi parla......

2 commenti:

  1. Che bella riflessione in questo tempo quaresimale. Non mi stupisco delle meraviglie che ci hai narrato, dopo di essere stata in un monastero. Sono
    un appassionato dei monasteri.Perché non fai un post, e ci insegni questo monastero, dove la luce ilumina la tua anima?
    Grazie. Un baccio

    RispondiElimina
  2. Angelo, lo farò al più presto!!!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina