La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




domenica 4 marzo 2012

La trasfigurazione di Gesù


"Questi è il Figlio mio, l'amato: ascoltatelo!" (Mc 9,7)

4 commenti:

  1. Come sarà cuando lo vediamo?...
    Mi piace meditare su questo .

    RispondiElimina
  2. Oh sì, chissà come sarà! Sarà come lo abbiamo sempre immaginato e qualcosa di diverso! Sarà come lo abbiamo sempre visto nei nostri fratelli e qualcosa di diverso! Sarà come lo abbiamo sempre toccato nei nostri cari e qualcosa di diverso! Cristo Gesù è il Mistero fatto carne che non finirà mai di sorprenderci. Pensa: lo vedremo finalmente così come Egli è.....

    RispondiElimina
  3. Io lo immagino come uno tosto, come una persona che ha sempre una risposta per tutto, uno simpatico, che ti capisce al volo, che sa sempre cosa pensa l'altro, che riesce a risolvere tutti i problemi, insomma....uno pieno di risorse, che parla tutte le lingue dell'universo, ma anche pensieroso, e a volte molto triste, per i guai che combiniamo, per le guerre e per la povertà del mondo, per l'egoismo umano.
    Che ne pensate???mi sarò sbagliato?
    un'abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. Angelo non credo ti sbagli....
    Dio è come noi lo immaginiamo e anche qualcosa di più!
    Un abbraccio

    RispondiElimina