La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




venerdì 4 maggio 2012

Forma Dei

Scrive san Luigi Maria Grignion de Montfort: "Se coltiviamo bene l'albero di vita - Maria - con la fedeltà alle pratiche di questa devozione, esso porterà frutto e questo frutto non è altro che Gesù Cristo. (....). Ho detto che i santi sono modellati in Maria. Vi è una grande differenza tra il fare una figura in rilievo a colpi di martello e di scalpello, e il farne una gettandola nello stampo. Gli scultori e gli statuari lavorano molto a fare le figure nella prima maniera, ed è loro necessario molto tempo; invece per modellare nella seconda maniera occorre poco lavoro e pochissimo tempo. Sant'Agostino dà alla Beata Vergine l'appellativo di forma Dei, stampo di Dio: stampo adatto a formare e modellare degli dei. (testo latino: si forman Dei te appellem, digna existis). Chi si getta in questo stampo divino vien presto formato e modellato in Gesù Cristo, e Gesù Cristo in lui: con poca spesa e in breve tempo diviene dio perchè si è gettato nello stesso stampo nel quale è stato formato un Dio".

TRATTO DA 'TRATTATO DELLA VERA DEVOZIONE A MARIA' - Ed. Monfortane pag 220 cap 4, punto 218 )

Il mese di maggio è il mese dedicato alla Vergine Maria e il modo migliore per onorarla è proprio la recita del Santo Rosario. In questo modo entreremo nella vita di Gesù attraverso Maria. Ella saprà renderci degni di poter stare accanto al suo Figlio Unigenito, di poterne contemplare le opere, di poterne ascoltare le parole. Ci porterà in braccio così come fa con Gesù e con quest'agnellino! 

3 commenti:

  1. Lasciamoci modellare da Maria.

    Dice: Edith Stein che " la maternità è la forma femminile della fede" ed è qualcosa che Gesù stesso le affida e a cui si affida.
    Solo attraverso Lei si arriva a Gesù.
    Preghiamo in questo mese in particolare per i lontani, per tutta la Chiesa, per le persone sole e in difficoltà e per le anime di coloro che hanno posto fine alla loro vita.Affidiamoci a Maria.
    Bellissima l'immagine che hai usato.
    Maria tiene in braccio 2 agnellini.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Estimada hermana, gracias por este detalle, es una gran verdad pienso que el rezo del rosarioes una manera de contemplar y participar de los misterio de cristo y como vivir en constante oración, gracias por su compartir reciba mi abrazo frateno, Dios éste con usted.

    RispondiElimina
  3. ADRIANA: non conoscevo questa frase di Edith Stein, la trova sapiente e bellissima! Affidiamoci a Maria e non ci perderemo nella notte buia del mondo.
    L'immagine piace moltissimo anche a me, quanta tenerezza...
    Un caro abbraccio

    SILENCIO EN LA ORACION:
    Dice san Luigi Maria Grignion de Montfort che la devozione a Maria è segno di sicura salvezza, dunque la recita del Rosario non può non essere la preghiera preferita dai devoti di Maria....
    Grazie per la visita e per i commenti. Un abbraccio in Maria madre nostra

    RispondiElimina