La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




venerdì 25 maggio 2012

La voce della madre

Cuando canta, la madre ayuda el niño, para quien , desde su nacimiento en el mundo exterior, todo es nuevo y puede tener miedo. El niño reconoce en la canción la voz de la madre, su presencia, su gesto....y en la intimidad del momento se crea un espacio de profundos símbolos ancestrales donde la música y la palabra son vínculo de pura emoción y autenticidad. De esta manera  se establece el primero diálogo, el primer cuento, la primera enseñanza de unas tradiciones, vivencias y culturas que se convertirán con el tiempo en parte esencial de una memoria colectiva.  (Montserrat Figueras).  

TRADUZIONE IN ITALIANO

Quando canta, la madre aiuta il bambino, per il quale, dal momento della venuta al mondo, tutto è nuovo, e può avere paura. Il bambino riconosce, nella canzone, la voce della madre, la sua presenza, il suo gesto....E nell'intimità del momento si crea uno spazio di profondi simboli ancestrali, dove la musica e la parola sono un vincolo di pura emozione e autenticità. In quesa maniera si stabilisce il primo dialogo, il primo racconto, il primo insegnamento di tradizioni, di vissuto e di culture che diventeranno, col tempo, parte essenziale di una memoria collettiva.

3 commenti:

  1. Ciò che una madre canta di Henry Ward Beecher

    Ciò che una mamma canta
    vicino alla sua culla, accompagnerà un bimbo per tutta la sua vita.

    Carissima la tua mamma o la tua nonna forse ti cantavano questa ninna nanna:
    Ninna ho, ninna ho,
    il mio bambino a chi lo do:
    lo darò al suo angiolino
    che lo tenga in su il mattino;
    lo darò alla befana
    che lo tenga una settimana.
    Ninna ho, ninna ho,
    il mio bambino a chi lo do:
    lo darò al suo cherubino
    che lo tenga a sè vicino;
    lo darò a Gesù e Maria
    fai la nanna e così sia.
    Ninna ho, ninna ho.

    RispondiElimina
  2. ADRIANA, non conoscevo questa ninna nanna! Mi piace....
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Oggi domenica , i miei bimbidi catechismo riceveranno la loro prima Santa Comunione.Io dovrò acompagarli e già mi sento emozionata. Pensa Gesù entra nel loro cuore e parlerà loro. Sono dei bambini buoni e innocenti ancora e spero Gesù possa far si che lo restino per tanto tempo.
    Un abbraccio

    RispondiElimina