La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




giovedì 6 dicembre 2012

Copyright sul Natale


Già da una settimana e più impazzano dappertutto, le pubblicità per augurarci buon Natale. E' un vortice di panettoni, cioccolatini, merendine, nutella, dolci vari, biancheria intima, profumi. Sinceramente farmi dire buon Natale da una ragazza che con modi lascivi ed ammiccanti si struscia mezza nuda tra statue famose di marmo, mostrando la sua biancheria intima, mi lascia alquanto disgustata. E che dire delle pubblicità dei profumi? A me pare vengano pubblicizzati il cattivo gusto, la lascività, l'impudicizia, il sesso. Tutte queste cose nulla hanno a che fare con il Natale, se non cercare di invogliare la gente a comprare il prodotto reclamizzato con tanta volgarità. Riprendiamoci il significato del Natale, che non è affatto disgiunto da Gesù Cristo Redentore che si è incarnato per la salvezza di tutti. Natale vuol dire NASCITA, ed il 25 dicembre festeggiamo la santa nascita del Signore e possibilmente senza volgarità e rozzezze che infangano la regalità di Gesù Bambino e la nostra dignità umana, salvata a caro prezzo. Invochiamo per il Natale del Signore il COPYRIGHT 
 
 

10 commenti:

  1. Tienes toda la razón. Copyright para la Navidad!!

    Lo de la publicidad de los perfumes es un capítulo aparte. A veces pienso cómo es posible que la navidad acabe relacionada con imágenes tan vulgares.

    Un abrazo!

    RispondiElimina
  2. ELIGELAVIDA, possiamo lanciare noi una campagna pubblicitaria: Copyright para la Navidad!!
    "A veces pienso cómo es posible que la navidad acabe relacionada con imágenes tan vulgares", sono d'accordo con te! Un abrazo

    RispondiElimina
  3. que maravilloso encontrar sitios en el que se puede leer cosas con la firme esperanza de no a partarnos del amor de Dios

    RispondiElimina
  4. Vorrei capovolgere il mondo cioè che noi andassimo nei paesi dove si soffre la fame, la guerra,e tante brutture e i poveri venissero per un po' qui da noi e si riuscisse a cambiare la mentalità, il cuore di molti. Gesù è nato povero, i pastori erano povera gente,semplice. Loro sì che lo hanno accolto con cuore aperto.

    RispondiElimina
  5. Anche se non fossero volgari, già il fatto di associare il Natale alle pubblicità solo per vendere di più mi ha sempre dato ai nervi. Ci fa sfuggire tutto, ci fa perdere di vista, anche a noi cristiani perchè se non altro ci distraggono, il nocciolo del Natale!

    RispondiElimina
  6. Consumismo sfrenato!!

    povero Gesù Bambino!!!

    RispondiElimina
  7. El mundo está rodeado de frivolidad. Lo que interesa es el consumismo.

    La Navidad es algo entrañable.

    Tienes razón Martina.
    Un beso grande.

    RispondiElimina
  8. Me temo que estamos en un mundo de usurpadores. La creación entera está marcada con un copyright que una inmensa porción de la humanidad se niega a reconocer.

    RispondiElimina
  9. La Navidad la hemos transformado en día de comer, beber y regalos. Muy buena tu entrada, da a entender que el nacimiento de Nuestro Señor es algo más profundo que tanta chachara.

    ¡¡Feliz Navidad!!


    Isabel

    RispondiElimina
  10. GRAZIE AMICI per i vostri commenti. Il vostro contributo è sempre gradito ed arricchisce. Credo che il mondo sia pieno di cristiani che non hanno perso il senso della venuta di Gesù. Un abbraccio a tutti.

    BIENVENIDA ISABEL!!!!!!

    RispondiElimina