La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




lunedì 28 gennaio 2013

Disonestà politico- intellettuale

Ovvero: come ti distruggo completamente la reputazione! Ieri, il circuito mediatico e politico si è scatenato. Oggi le polemiche sulle parole del presidente Berlusconi continuano più cattive che mai. La classe giornalistica e politica si diverte a strumentalizzare ogni parola di Berlusconi per il solo gusto di distruggerlo ed eliminarlo dalla scena politica italiana. Trovo disgustosi i commenti che gli hanno riservato insieme a questo tentativo, ogni volta ben strutturato, di screditarlo agli occhi, non solo di noi Italiani, ma del mondo intero. Tutto questo, in piena campagna elettorale, diventa ancora più disonesto. E' come se gli avversari politici di Berlusconi non avessero altri argomenti se non quello di commentare, distorcere e strumentalizzare ogni sua parola. E' in atto un tentativo molto disonesto di imbavagliare Berlusconi. In Italia, come del resto in tutta Europa, il giornalismo è asservito al politicamente corretto, all'ideologia dominante di sinistra e a tutti coloro che, a vario titolo, servono l'impurità, la menzogna e le ideologie contro il bene comune, la famiglia, la vita e la religione cattolica. In Italia chi non si piega a questi 'diktat' pseudo-intelletuali, viene massacrato mediaticamente e non solo. Il preferito resta sempre Berlusconi, che purtroppo spesse volte con la sua condotta libertina, ha dato modo ai suoi avversari-nemici di poterne criticare l'agire, confondendone, in modo deliberato e disgustosamente fazioso la vita privata con quella pubblica. I nemici di Berlusconi da ieri si configurano anche negli Ebrei, che si sono sentiti offesi dalle sue parole su Benito Mussolini. Ecco come in Italia la verità, se non è asservita all'ideologia di sinistra, non può essere detta! Mussolini fa parte della nostra storia, della storia politica di tutti noi Italiani e non ammettere che egli, seppur sia stato un dittatore, abbia anche fatto del bene all'Italia è disonesto, non volerlo ammettere, negando l'evidenza è doppiamente disonesto. Purtroppo oggi si grida spesso al fascista come se fosse la condizione più deplorevole per una persona e l'insulto più vigoroso e potente che si possa esprimere per calunniare ed offendere qualcuno. Perché dare del comunista a qualcuno non suona in modo similmente offensivo? Di comunisti veri (quelli che la falce ed il martello ce l'hanno tatuata nel cuore)nello scenario politico italiano ne abbiamo ancora moltissimi e l'ideologia comunista avvampa ancora le cattedre di tutti gli schieramenti della sinistra italiana. Non bisogna dimenticare che il comunismo ha prodotto gli orrori più atroci nel corso della storia ed ancora in alcune parti del mondo continua ad esercitare il suo potere nefasto e terribile. Eppure essere ancora di sinistra, o palesemente comunisti, risulta essere ancora tollerato. Nonostante siano latori di idee distruttive, contro l'essere umano e la società.         

8 commenti:

  1. Carissima, hai espresso al meglio ciò che penso. Proprio ieri sera ne ho parlato con alcune persone e la pensano come noi. E' Spregievole, falso, disonesto. Tutto sembra lecito pur di vincere o forse si accorgono di perdere terreno?

    RispondiElimina
  2. ADRIANA, è vero, ciò che sta succedendo è spregevole e credo che si stia scrivendo una delle pagine peggiori della democrazia italiana. Quando si tratta di Berlusconi diventa lecito riversargli addosso ogni tipo di fango e tutti si sentono in diritto di farlo senza nessun rispetto anche per la carica che ha ricoperto. Anche Monti non scherza, con quell'aria da 'professore perbene iosotutto'..... Credo che alla tua domanda si possa rispondere affermativamente in entrambi i casi. Berlusconi ha sempre combattuto l'ideologia comunista e di sinistra, quindi è il nemico da combattere e sconfiggere.

    RispondiElimina
  3. Nei miei dintorni tante persone cristiane non sanno davvero prendere posizione in fatto di politica futura. Anche la Chiesa stessa vacilla sui "consigli". Giustamente si parla di salvaguardare i valori essenziali ma purtroppo esistono divisioni anche all'interno di chi dovrebbe indirizzarti ( vedi trattamento al Prof. Pavanello).
    Io spero che gli Angeli custodi pur sempre scrupolosi della libertà umana, diano una spinta agli indecisi e un piccolo sgambetto a chi vorrà votere per affossare il già precario equilibrio della nostra bella Italia.

    RispondiElimina
  4. ADRIANA, lo spero anch'io! E preghiamo per coloro che all'interno della Chiesa seguono la corrente dell'Acheronte sulla barca di Caronte.

    RispondiElimina
  5. Purtroppo é un male diffuso in tutto il mondo che ha bisogno di un trattamento di emergenza.Un bacio

    RispondiElimina
  6. ANGELO, un trattamento d'emergenza è davvero necessario......preghiamo.......un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Has escrito un artículo excelente, Martina.

    Te mando un beso muy grande.

    RispondiElimina
  8. AMALIA, ti ringraziooooooo! Scrivere è la mia passione. Anche per te un bacio grandissimo.

    RispondiElimina