La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




mercoledì 13 febbraio 2013

Mercoledi delle ceneri

Oggi, con l'imposizione delle Sacre Ceneri inizia il nostro percorso quaresimale, di purificazione, di adesione al Vangelo, di intima interiorità, di riflessione, di meditazione. Il Santo Padre Benedetto XVI nel suo messaggio per la Quaresima 2013 ha posto l'accento della sua meditazione sulle virtù della FEDE e della CARITA' donandoci parole di una bellezza e di una profondità tali che sembrano scaturite direttamente dalla sua anima limpida, pura ed umile:
 
Cari fratelli e sorelle,
la celebrazione della Quaresima, nel contesto dell’Anno della fede, ci offre una preziosa occasione per meditare sul rapporto tra fede e carità: tra il credere in Dio, nel Dio di Gesù Cristo, e l’amore, che è frutto dell’azione dello Spirito Santo e ci guida in un cammino di dedizione verso Dio e verso gli altri. (...)La fede è conoscere la verità e aderirvi (cfr 1 Tm 2,4); la carità è «camminare» nella verità (cfr Ef 4,15). Con la fede si entra nell'amicizia con il Signore; con la carità si vive e si coltiva questa amicizia (cfr Gv 15,14s). La fede ci fa accogliere il comandamento del Signore e Maestro; la carità ci dona la beatitudine di metterlo in pratica (cfr Gv 13,13-17). Nella fede siamo generati come figli di Dio (cfr Gv 1,12s); la carità ci fa perseverare concretamente nella figliolanza divina portando il frutto dello Spirito Santo (cfr Gal 5,22). La fede ci fa riconoscere i doni che il Dio buono e generoso ci affida; la carità li fa fruttificare (cfr Mt 25,14-30)(.....) Alla luce di quanto detto, risulta chiaro che non possiamo mai separare o, addirittura, opporre fede e carità. Queste due virtù teologali sono intimamente unite ed è fuorviante vedere tra di esse un contrasto o una «dialettica»(.....)Talvolta si tende, infatti, a circoscrivere il termine «carità» alla solidarietà o al semplice aiuto umanitario. E’ importante, invece, ricordare che massima opera di carità è proprio l’evangelizzazione, ossia il «servizio della Parola». Non v'è azione più benefica, e quindi caritatevole, verso il prossimo che spezzare il pane della Parola di Dio, renderlo partecipe della Buona Notizia del Vangelo, introdurlo nel rapporto con Dio: l'evangelizzazione è la più alta e integrale promozione della persona umana...Il rapporto che esiste tra queste due virtù è analogo a quello tra due Sacramenti fondamentali della Chiesa: il Battesimo e l'Eucaristia. Il Battesimo (sacramentum fidei) precede l'Eucaristia (sacramentum caritatis), ma è orientato ad essa, che costituisce la pienezza del cammino cristiano. In modo analogo, la fede precede la carità, ma si rivela genuina solo se è coronata da essa. Tutto parte dall'umile accoglienza della fede («il sapersi amati da Dio»), ma deve giungere alla verità della carità («il saper amare Dio e il prossimo»), che rimane per sempre, come compimento di tutte le virtù (cfr 1 Cor 13,13)....
Carissimi fratelli e sorelle, in questo tempo di Quaresima, in cui ci prepariamo a celebrare l’evento della Croce e della Risurrezione, nel quale l’Amore di Dio ha redento il mondo e illuminato la storia, auguro a tutti voi di vivere questo tempo prezioso ravvivando la fede in Gesù Cristo, per entrare nel suo stesso circuito di amore verso il Padre e verso ogni fratello e sorella che incontriamo nella nostra vita. Per questo elevo la mia preghiera a Dio, mentre invoco su ciascuno e su ogni comunità la Benedizione del Signore!
 
MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI
PER LA QUARESIMA 2013
 
Credere nella carità suscita carità
«Abbiamo conosciuto e creduto l'amore che Dio ha in noi» (
1 Gv 4,16)
 
L'intero testo qui

5 commenti:

  1. Il tuo sottolineato, è di gran aiuto per fare preghiera. Grazie tante. Un bacio e Santa Quaresima

    RispondiElimina
  2. Es tiempo de meditar y acercarse un poquito más a Dios.

    Un beso muy grande.

    RispondiElimina
  3. ANGELO, volevo metter in risalto proprio l'essenziale, che è ciò a cui dobbiamo fare riferimento per percorrere il nostro cammino di conversione. Un abbraccio

    AMALIA, sì, giusto. E' proprio il tempo che il Signore ci dona perché possiamo cercarlo con tutto il cuore e l'anima. Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Questo messaggio, che potrebbe essere anche una specie di testamento spirituale del nostro carissimo Papa, è di una profondità e di una bellezza incredibile.
    Buon cammino di Quaresima, cara Martina!!

    RispondiElimina
  5. FLAVIA, è vero! Meditiamolo nel nostro cuore in questo cammino di quaresima. Gli insegnamenti di Papa Benedetto XVI sono di un grandissimo valore spirituale e sociale. La sua paternità ci sarà cara per tutta la vita. Buon cammino anche a te!

    RispondiElimina