La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




lunedì 10 giugno 2013

La 'cultura dello scarto'

Con la “cultura dello scarto” la vita umana non è più sentita come valore primario da rispettare e tutelare. (Papa Francesco 09.06.2013) 


5 commenti:

  1. Chi pensa ancora che la vita umana è dono di Dio ed è sacra?
    Chi si crede ancora che veniamo da Dio e a Lui dobbiamo tendere?
    Siamo preda di satana che vuole la nostra distruzione. Sto leggendo l'ultimo libro di Amorth, è una bella catechesi.

    RispondiElimina
  2. No sé si el derroche (particularmente de la vida humana) es una cultura o, más bien, una forma de barbarie.

    Un forte abbraccio

    RispondiElimina
  3. ADRIANA, credo che si sia davvero perso il senso sacrale della vita umana e Padre Amorth ne sa qualcosa......ogni giorno a contatto con il dissacratore per eccellenza!

    RAFAEL, hai ragione, è piuttosto una forma di barbarie.....
    Un abbraccio anche a te

    RispondiElimina
  4. El derroche es algo común en esta sociedad que vivimos. Debería de existir más amor, humildad y solidaridad.

    Un beso grande.

    RispondiElimina
  5. AMALIA, siamo talmente abituati allo scarto che anche l'essere umano rientra in questo meccanismo! Un abbraccio

    RispondiElimina