La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




giovedì 13 giugno 2013

Serendipità

Quante volte vi è capitato di cercare qualcosa ed inaspettatamente ne trovate un'altra?  Fu Horace Mann in una lettera datata 28 gennaio 1754 il primo a coniare il termine SERENDIPITA' per indicare il cercare qualcosa di prezioso, ma trovare invece tutt'altra cosa e magari anche più preziosa della prima. A noi sicuramente è capitato e forse tante volte. Anche nella storia del mondo la serendipità ha tante volte dato il suo contributo, che spesso è risultato essere davvero determinante e rivoluzionario per l'intero genere umano. Un esempio eclatante di serendipità è la scoperta dell'America: Cristoforo Colombo partì con le sue tre caravelle convinto di raggiungere le Indie ed invece trovò l'America! Anche la scoperta della penicillina nel 1928 da parte di Alexander Fleming è serendipità: egli dopo essere tornato da una vacanza di un mese si accorge che il gel nelle capsule di Petri si è ammuffito e che le zone attorno alla muffa sono libere da batteri.  E' serendipità anche la scoperta della cottura a microonde che sciolsero una barretta di cioccolato nella tasca del ricercatore Percy Spencer nel 1945. Nel 1968 nasce la colla che verrà usata nei post-it mentre Stephen Silver sta tentando di produrre per la 3M un collante ad alta tenuta. Nel 1911 l'entomologo tedesco Wilhelm Kattwinkel mentre sta inseguendo una farfalla nella Pianura del Serengeti cade in un profondo dirupo e, miracolosamente illeso, scopre la Gola di Olduvai importante sito archeologico per la comprensione dello sviluppo e delle origini della specie umana. E' serendipità la scoperta dei raggi X, del Teflon, del velcro della dinamite, del ruolo del pancreas nel diabete, della chinina, del cellophane. La serendipità si spinge anche oltre i confini terrestri, nell'immensità del cosmo. Nell'anno 1965 Arno Penzias e Robert Wilson costruendo un'antenna a microonde per ricerche radioastronomiche si accorgono che il segnale è disturbato da un rumore di fondo che non riescono ad eliminare. Scoprono di aver captato l'eco lontana della Creazione del mondo: i residui del Big Bang! Verranno premiati col Nobel per la fisica nel 1978.   

6 commenti:

  1. Curioso, anche se.....le scoperte che hai citato mi sanno tanto di... "Mano di Dio"...sono talmente importanti che non possono venire dal caso!!!..no??
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  2. ANGELO, sono d'accordo con te! D'altronde ogni cosa scoperta già esiste, da sempre.....l'ha creata Dio!!!!! Un grande abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  3. Quizás, si realmente te propones encontrar algo, lo encuentras.

    A veces, es la casualidad la que pone en tu camino algo valioso que puede servir de gran ayuda a la humanidad. De cualquier modo, creo que siempre está la mano de Dios.

    Un beso grande.

    RispondiElimina
  4. AMALIA, è vero! A volte cerchi qualcosa e ne trovi un'altra...davvero c'è la mano di Dio, che nulla lascia al caso. Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Hiiiiiiiiiiiii!!!!!!
    Non conoscevo questo termine.
    Allora quando facevo le mie prime sostituzioni ai colleghi MMG, io cercavo da lavorare, ma intanto ho trovato mio marito! Allora Claudio è la mia SERENDIPITA' :-)))))))

    RispondiElimina
  6. ACQUACLUSTER, credo proprio che Claudio sia davvero la più grande serendipità che ti sia mai capitata!!!!!!! Anche a me è andata più o meno così: all'università vagavo alla ricerca del Prof. di Fisica ed ho trovato Mauro, anche lui alla ricerca dello stesso Prof.....che, quel giorno, non abbiamo trovato!

    RispondiElimina