La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




giovedì 11 luglio 2013

Christo omnino nihil praeponant

Oggi la Santa Chiesa ricorda san Benedetto, abate patrono d'Europa (qui la biografia). E' festa per me, mio marito (è il suo onomastico da oblato) e la nostra comunità di monache Benedettine di Fossano e di Orta san Giulio. E' passato quasi un anno da quel 22 agosto, giorno in cui ci siamo consacrati come oblati. Una grazia che ci accompagna giorno per giorno. La nostra vita è scandita dalla meditazione della Parola, dalla preghiera soprattutto della Liturgia delle Ore, dallo studio e dal lavoro..........ma quanta strada c'è ancora da percorrere per essere così come la Santa Regola ci chiede, per conformarci al modello di vita che il santo Padre Benedetto si augurava per tutti i suoi monaci! Proprio stamattina meditavo su come rendere perfetta la nostra vita alla sequela di Cristo, nel rispetto della Santa Regola e come rendere la nostra casa ancor più 'monastero' nel mondo. Credo che il punto di partenza siano sempre le esortazioni di San Benedetto; egli suggella il desiderio di mettersi alla sequela di Cristo nel nascondimento e nel servizio, con due esortazioni: quella di porsi in ascolto ("Obsculta, filii")della Parola e della Regola e quella di "nulla anteporre all'amore di Cristo". San Benedetto aveva compreso quale grande tesoro si nasconda nell'obbedire ai comandi del Signore e, da grande saggio e santo qual'era, mise le sue intuizioni al servizio del prossimo, per mostrare la via per raggiungere la santità e per essere graditi al Signore. San Benedetto è un dono speciale che è stato fatto a tutta la Cristianità. Bisognerebbe riscoprirlo e meditare sui suoi insegnamenti.
 
Chi desidera approfondire la spiritualità benedettina può cliccare su questi miei post
  
 

7 commenti:

  1. Grazie per quanto tu e Mauro mi insegnate; con l'esempio e con la parola di Dio sapete donare conforto, consolazione, affetto e ammaestramento. Buon S. Benedetto

    RispondiElimina
  2. Felicidad en este día y siempre.

    Tus palabras son muy hermosas, transmitiendo paz,serenidad y amor a Dios.

    Un camino lleno de esperanza.

    ¡¡Gracias!!.

    Un beso grande.

    RispondiElimina
  3. ADRIANA, siamo noi che impariamo da te! Un abbraccio

    AMALIA, ti ringrazio infinitamente e ti mando un grande abbraccio

    RispondiElimina
  4. Martina, en la foto estás bien guapa.

    Un beso grande.

    RispondiElimina
  5. AMALIA, muchas gracias.....

    Un beso

    RispondiElimina
  6. Cara Martina, sono attratta dalla Regola da molti anni...Sto pensando ad un'oblazione. Mi piacerebbe contattarla. Grazie. Marinella

    RispondiElimina
  7. Cara Marinella, mi scriva una e-mail a glimas@live.it

    RispondiElimina