La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




martedì 10 settembre 2013

Film festival di Venezia 2013

Va di scena la distruzione della famiglia! Miss Violence, La moglie del poliziotto, Gerontophilia, Moebius,  tutti film attraverso i quali i registi hanno voluto presentare un'immagine distorta e negativa dell'ambiente familiare tra sesso, degrado morale, abusi di ogni genere, soprusi, violenza, pedofilia, incesto, descrivendo famiglie dove i comportamenti dei componenti, dettati dall'istinto, dall'egoismo, dalla cattiveria, dall'odio, da un falso amore e dalla vendetta,  sconfinano nella più brutale e cieca disumanità. Mi sembra questo, un maldestro e palese tentativo degli autori di presentare la vita nella famiglia come una realtà degenerata e viziosa, dove le debolezze dei singoli hanno il sopravvento sull'amore, il rispetto ed il buonsenso.
Inoltre merita particolare attenzione il film Gerontophilia che ha lo scopo di convincere l'opinione pubblica che è possibile l'amore tra due uomini, un ventenne ed un ottantennne, descrivendolo come normale relazione scaturita da un vero sentimento che può nascere, senza limiti di sorta, tra due uomini dove c’è anche una evidente differenza d’età. I media, facendosi promotori di tali ideologie nefaste, continuano la loro 'riforma' del pensiero, della vita, della morale, delle abitudini e delle convinzioni dell'intera società, nella consapevolezza che è solo questione di tempo, forse di qualche decennio e l'intero tessuto sociale sarà piegato alle nuove ideologie, barbare e perverse, alla moda del politicamente corretto, tra un'imperversante ondata radical-chic e di buonismo e, casomai ce ne fosse bisogno, per i recalcitranti retrogradi e tradizionalisti difensori della famiglia 'vecchio' stampo, ci penserà lo Stato a punirli e a rieducarli!       

4 commenti:

  1. Io, dopo alcuni decenni trascorsi dalla parte della legge, diventerò un criminale.......dalla parte di Dio!!!

    Un abbraccio a tutta la famiglia!!!!

    RispondiElimina
  2. Eh, già....non abbiamo altra scelta! Bisogna obbedire alla legge di Dio.....Un abbraccio anche a voi

    RispondiElimina
  3. Me parece terrible.

    No sé dónde vamos a llegar...

    Un beso grande ,Martina.

    RispondiElimina
  4. AMALIA, sì è terribile. Penso che se non troviamo il coraggio di resistere alla cultura della morte andremo a fondo......
    Un abbraccio

    RispondiElimina