La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




mercoledì 18 dicembre 2013

Addobbi natalizi

Quest'anno, a causa di un trasferimento con relativo trasloco in altra città, ho preferito non eccedere negli addobbi natalizi in casa ed ho rinunciato al presepe in grande stile. Troppi scatoloni da svuotare (quando invece dovrei riempirli!) e quindi li lascerò in cantina così belli ed impacchettati, dormienti il sonno di un anno intero, in attesa di un altro Natale. Comunque non ho rinunciato a mettere in bella mostra una Natività in legno della Val Gardena (che tengo esposta tutto l'anno!)a candele, rami, pigne, bacche, scorzette, cannella, palline ed oggetti dorati, tutto (o quasi) fatto a mano da me. Mi piace questo modo di attendere la nascita del nostro Divino Redentore. Girando per casa trovo un particolare che me lo ricorda, un dettaglio che mi fa gioire del tempo che stiamo vivendo nell'attesa.......Ogni attesa ha un sapore di gioia, di ansia, di trepidazione che dona all'anima un fermento positivo, un profumo di divina eternità. L'attesa della Divina Nascita non è semplicemente un evento da aspettare ma un avvenimento da sperare con la certezza della fede. L'incarnazione è il tempo di Dio, la sua reale presenza nella carne umana. Niente sulla terra si può paragonare a questo sconvolgimento dell'Essenza Divina se non la nascita di un inerme, piccolo e fragile bambino, ed il Signore ha desiderato prendere la sua forma, piccola e fragile per allietarci e donarci un sorriso. Attendiamo con gioia questo meraviglioso evento che ha sconvolto per sempre la storia dell'umanità! Prepariamo la casa, addobbiamola, e prepariamo la culla del nostro cuore, con la preghiera e la santa confessione. Nulla di più sarà gradito al Signore ed alla Sua Santa Mamma.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

11 commenti:

  1. Pues llevas toda la razón!!!! Que bonitos adornos y que buenos deseos!!! un abrazo grandisimo!!

    RispondiElimina
  2. ¡Qué curioso, Martina! A mi me ha pasado lo mismo. Este año he puesto dos Nacimientos, pero no el grande que ponía otros años...

    Lo importante es que celebremos la Navidad como lo que realmente es. ¡Jesús es el centro de la Navidad!!

    Un beso!

    RispondiElimina
  3. Son preciosos los adornos. Se ve que están hechos con mucho amor.

    Y, como siempre, muy lindas tus palabras.

    Un beso grande.

    RispondiElimina
  4. GOSSPI, un grandissimo abbraccio anche a te! E' meraviglioso sapere che il Signore ci unisce nell'attesa.

    ELIGELAVIDA, io riempirei la casa di Natività: mi piace guardare la Santa Famiglia. E' vero, la cosa importante è Gesù, sempre al centro della nostra vita! Un caro abbraccio

    AMALIA, sono contenta che ti siano piaciute le mie foto....ne metterei di più ma ci vuole molto tempo per caricarle e non ho tanta pazienza! Tu mi vizi con i tuoi complimenti......però mi fanno sempre piacere...grazie di cuore! Un affettuoso abbraccio

    RispondiElimina
  5. Martina hai davvero moltissimo senso artistico! Belle le foto, belle le tue realizzazioni, magnifica - come tutti i capolavori in legno della Val Gardena - la Sacra Famiglia.
    Peccato che tu non abbia arredato con tutti gli scatoloni: prometti che il prossimo anno, in quella casa fiabesca, farai tutto in grande con moltissime foto da farci gustare!!

    RispondiElimina
  6. Los adornos están bien, pero lo que tenemos que tener preparado para recibir al Niño es nuestro corazón.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. Pues es precioso, y tú una artista de los pies a la cabeza.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. ACQUACLUSTER, GRAZIE! Sono contenta che ti sia piaciuto tutto. Nella nuova casa ho intenzione di ritagliarmi uno spazio tutto mio da adibire a laboratorio, un luogo dove pensare e lavorare e creare!

    JUAN IGNACIO, sono d'accordo con te! Ogni addobbo esteriore deve essere sempre accompagnato dalla preparazione del cuore e dell'anima a ricevere Gesù. Un abbraccio anche a te

    RAFAEL, grazie, grazie, grazie! E tu sei irraggiungibile in fatto di galanteria! Un abbraccio anche a te

    RispondiElimina
  10. E allora prima farai e posterai le foto del tuo laboratorio, e dopo quelle dei tuoi lavori!!
    Ma come faccio a continuare a scrivere in questa posizione da Gobbo di Notre Dame costretta da Luna che vuole a tutti i costi starmi in braccio coi suoi ormai 27 kili?!?!?!?!??!?! :-)))

    RispondiElimina
  11. ...e tu mi farai vedere Luna che a quanto pare è cresciuta tantissimo!

    RispondiElimina