La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




giovedì 9 gennaio 2014

Cervello? Ops, fumato!

La marijuana è una sostanza stupefacente (DROGA) derivata dalle piante di CANNABIS conosciuta come CANAPA INDIANA. Essa si assume più frequentemente sottoforma di fumo il conosciutissimo spinello che si prepara con l'infiorescenza della pianta. Gli effetti di questa droga sono a breve e a lungo termine.
Gli effetti indotti nell'immediato hanno differente intensità a seconda del soggetto, dalle circostanze psico-fisiche in cui la si assume, dalla contemporanea assunzione di alcool o altre sostanze psicoattive, dall'assuefazione del consumatore e dalla quantità di principio attivo (THC) assunta e della composizione chimica della specie; i principali effetti possibili sono:
  • analgesia
  • sonnolenza
  • euforia
  • rilassamento muscolare
  • attenuazione della reattività fisica e mentale
  • amplificazione dei sensi
  • aumento del battito cardiaco
  • aumento dell'appetito
Gli effetti a lungo termine
  • stati d'ansia
  • patologie mentali (psicosi, disadattamento sociale
  • apatia
  • disorientamento
  • alterazioni delle capacità cognitive
La marijuana non è una sostanza innocua né può essere considerata 'leggera' i suoi effetti sono davvero devastanti per la salute di chi ne fa uso che si ripercuotono poi sull'intera società. Pensare di legalizzare tale droga è davvero sconcertante! Avrebbe effetti negativi sia sui singoli che sulla società ed inoltre alimenterebbe il mercato nero, il 'turismo psicotropo', le malattie mentali, i crimini per l'aumento di tali patologie: la devastazione della società! Qualche anno fa un sondaggio sui politici italiani rivelò che la maggioranza di essi fuma o ha fumato spinelli e la passione di Pannella per rendere legale e libera tale pratica è risaputa ormai da tanti anni; il fatto che in questi giorni i nostri politici,  Vendola in primis, abbiano avanzato la proposta di legalizzare tale droga non mi stupisce affatto e credo che a furia di aspirar spinelli piano piano anche il cervello.........
 
Molto interessante l'intervista al magistrato Antonio Perugini che a metà degli anni 2000 pose fine con le sue inchieste alla proliferazione dei canapai nel Canton Ticino.

Leggi di Più: Marijuana legale? Perugini, pm svizzero: Non fatelo | Tempi.it

8 commenti:

  1. Mai fumato nè sniffato nulla in vita mia (che già ho il naso abbastanza danneggiato dalle allergie che vanno e vengono!!) ;-)

    RispondiElimina
  2. Oh, neanch'io! Per carità.....né sarei curiosa di provare.....a te forse passerebbe l'allergia!!!!

    RispondiElimina
  3. Hi Hi! Non ci avevo pensato ... un effetto collaterale gradito ... 'mo provo!!! ;-)

    RispondiElimina
  4. ¡Qué curioso Martina! Hoy las dos hemos decidido tratar este tema tan controvertido.

    Yo pienso que, efectivamente, legalizar la droga no es buena idea. Puede que sirva para controlar mejor el mercado negro, pero supone poner la droga fácil y barata a disposición de los jóvenes. Y, como dices, NO es una sustancia inocua.

    ¡Un abrazo!!

    RispondiElimina
  5. ¡Qué curioso Martina! Hoy las dos hemos decidido tratar este tema tan controvertido.

    Yo pienso que, efectivamente, legalizar la droga no es buena idea. Puede que sirva para controlar mejor el mercado negro, pero supone poner la droga fácil y barata a disposición de los jóvenes. Y, como dices, NO es una sustancia inocua.

    ¡Un abrazo!!

    RispondiElimina
  6. ELIGELAVIDA, è vero sono venuta da te ed ho visto che anche tu parli dell'argomento!
    E' terribile e devastante l'effetto che la legalizzazione potrebbe avere sulle persone e sull'intera società come anche tu scrivi nel tuo post. Mi fa paura l'aumento della criminalità dei drogati......
    Un abbraccio anche a te

    RispondiElimina
  7. Il bello è che tutti questi cervelli in fumo fra non molto saranno a carico del Servizio Sanitario Nazionale, e oltre ad essersi fumati sino all'ultimo neurone, possibilmente iniziando a tredici anni, ci toccherà anche pagarli in quanto invalidi civili e indigenti!!!
    Viva l'italia!!!la "i" è volutamente minuscola!!!...come alcuni cervelli!!!
    Bel post Martina!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. ANGELO, hai ragione! Ce li ritroveremo sempre sul groppone! Un abbraccio

    RispondiElimina