La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




giovedì 6 marzo 2014

Come una cattedrale


Per me la Quaresima è come una Cattedrale per chi ne varchi la soglia.......
Le ginocchia si piegano e l'anima si libra, sollevata ad altezze che non conosceva; e invade un senso di vastità e d'armonia, di ritrovamento di sé e di comunione con Dio e un raccoglimento profondo. Lo stile è un'estrema austerità. Ma questa austerità non è paurosa.......Anzi, altra nota, non meno importante, dello stile quaresimale è la fiducia.
Nessuna oppressione di severità nella Quaresima, bensì un continuo conforto, di divina e angelica assistenza, ci accompagna......nella costruzione di questo edificio, che è lavoro arduo, così arduo e avventuroso che si chiama combattimento spirituale. (SS. Papa Paolo VI).

2 commenti:

  1. Ojalá aprendamos a vivir la Cuaresma con intensidad para obtener frutos. Un abrazo Martina!

    RispondiElimina
  2. ELIGELAVIDA, buona Quaresima anche a te! Un abbraccio

    RispondiElimina