La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




giovedì 7 agosto 2014

La piccola Caterina, seme di speranza

Le notizie dal mondo della politica e dell'economia non sono affatto buone. L'Italia è in recessione si dice 'tecnica' ma si legge reale. Le dinamiche della politica italiana si spingono fino all'insulsaggine, all'inoperosità, all'incapacità. La legge dell'uomo è diventata legge contro l'uomo. La legge della vita è diventata legge di morte. Una spirale di distruzione sta inglobando uomini e cose, idee, ragione, speranze, fede e buoni propositi, in un'orgia di pubblica follia. Il male avanza inesorabile, indistruttibile, come cancro che si insinua tra le pieghe della carne per consumarla ed annientarla. Il male del peccato filtra attraverso la coscienza malata, abituata al silenzio, istruita alla scuola del relativismo morale ed allenata all'ottundimento dei sensi. Il desiderio legittimo di felicità, si tramuta in ossessiva ricerca del piacere, del soddisfacimento di voglie e desideri, così acuti ed assolutizzanti da oscurare tutto per rendere sempre più luminosa ed accecante la luce dell'io che, posto davanti allo specchio dell'egoismo si contempla con atto di adorazione perpetua. Dall'egoismo umano nascono le false verità, fioriscono i vizi e prende forma la divinizzazione dell'uomo, fine a  se stesso, alfa ed omega di se stesso, creatore e redentore di se stesso, padrone della vita e della morte.
 
E così, leggo che non tutti i bambini sono uguali, non tutte le violenze subite sono uguali, non tutti i pervertiti sono uguali (leggi qui); che la religione cattolica è l'unica ad essere sbeffeggiata ed i cattolici gli unici passibili di persecuzioni (leggi qui); che uomini ed animali hanno gli stessi diritti (leggi qui); che gli animali hanno più diritti degli embrioni (leggi qui); che non c'è pace per i cattolici cosiddetti 'tradizionalisti' e soprattutto per i Francescani dell'Immacolata (leggi qui); che la mercificazione del corpo umano è ritenuta ormai 'normale' per soddisfare bisogni e desideri; che fecondazione artificiale, unioni tra omosessuali, uteri in affitto, eutanasia sono l'ultima frontiera della perdita del senso del peccato (leggi qui); che asini e falsi profeti sono saliti in cattedra con la benedizione di Papa, cardinali, vescovi e media politicamente corretti e prostrati alla cultura della morte di questo inizio secolo (leggi qui); che si cerca di annientare ogni opposizione, silenziare la verità, la libertà di espressione minacciando azioni giudiziarie per diffamazione (leggi  quiqui e qui) verso tutti coloro che ogni giorno si espongono in prima persona per rivelare al mondo la bellezza della Verità, della Tradizione, del Magistero della Chiesa; che da più parti, all'interno della gerarchia ecclesiastica cattolica, si sta cercando di minare dalle fondamenta l'assetto morale e dottrinale lasciato in eredità ed in custodia da Gesù Cristo stesso (leggi qui)........potrei continuare all'infinito, ma mi fermo qui, perché leggo questa notizia -la storia della piccola Caterina - e mi tornano in mente le parole di Gesù che ci dice: 'Non abbiate paura. Io ho vinto il mondo. Io sono con voi tutti i giorni'.......... e mi riconcilio col mondo intero!



5 commenti:

  1. Tenía una cara angelical y dulce.

    La historia es impresionante y totalmente conmovedora.

    Un beso grande, Martina.

    RispondiElimina
  2. Sí. Como dice Amalia, su carita lo dice todo.

    Un beso!

    RispondiElimina
  3. AMALIA, un visino così dolce..... che il Signore ha voluto portarla con sé in cielo. Commovente il suo coraggio. Un abbraccio

    ELIGELAVIDA, sì è tutto nel suo viso: amore, carità, maturità, eroismo, santità.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Un ángel más en el Cielo.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. JUAN IGNACIO, dici bene! Se il Signore l'ha voluta con sé in Cielo è perché sicuramente da lì potrà svolgere meglio il suo compito di intercessione per tutti noi.
    Un abbraccio anche a te

    RispondiElimina