La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




mercoledì 24 settembre 2014

Contemplare

 
'L’uomo deve porre la sua massima attenzione in un ordine di realtà superiore, formando una sorta di santuario interiore, dall’alto del quale egli poi guarda tutto in modo contemplativo. I due punti cardine nella vita dell’uomo sono: l’attrazione continua al sublime e il desiderio di cancellare l’orrendo.
 
Se la persona costruisce la propria anima nella contemplazione, avrà un’allegria interiore in mezzo alle amarezze della vita. Mentre contempla, la persona conforma l’anima a qualcosa di luminoso.

Il cattolico dovrebbe impegnarsi a contemplare ciò che è meraviglioso nella Santa Chiesa. Quando comincia a vederne solo le imperfezioni, pecca contro la sublimità della Chiesa'.
 
(Plinio Corrêa de Oliveira)

4 commenti:

  1. San Francisco de Asís hablaba de la ermita del alma, santa Teresa de Jesús escribió todo un tratado sobre el castillo interior, san Agustín decía 'Señor, tú estabas dentro y yo afuera'. Está claro hacia donde hay que mirar, hacia la inmensidad de nuestra alma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esta claro........hacia la inmensidad de nuestra alma....allí encontramos a Dios.

      Elimina
  2. Una gran reflexión.

    Es bueno mirar a nuestra alma.

    Un beso muy grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Signore ci parla solo se facciamo silenzio e contempliamo.
      Un grande abbraccio

      Elimina