La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




giovedì 27 novembre 2014

Vieni, Signore


O Signore,
che inondi di stupore la luce dei  miei occhi,
mostrati a me,
nel misero che tende la mano
nel malato che cerca sollievo
nello sguardo di un bambino avido di tenerezza.
Piega il tuo Cielo sui tuoi figli,
vieni ad illuminare le tenebrose pieghe della vita,
trafiggici il cuore con la Tua maestosa Bellezza.


Nessun commento:

Posta un commento