La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




martedì 20 gennaio 2015

La Conferenza di Wannsee e Voltaire

 
 

La conferenza di Wannsee fu il convegno in cui alti ufficiali e burocrati nazisti vennero messi al corrente della "Soluzione finale della questione ebraica" e vennero sollecitati a coordinarne l'attuazione. L'incontro si tenne a Berlino il 20 gennaio 1942 in una villa sulla riva del lago Wannsee. L'ordine per l'avvio della conferenza fu dato dal Reichsmarschall Hermann Göring su proposta di Hitler. Dopo varie discussioni venne presa la decisione di compiere una vera e propria pulizia etnica, uno sterminio totale della razza ebraica dall'Europa.
Nei piani di Heydrich e degli altri gerarchi nazisti, la "Soluzione finale" avrebbe coinvolto oltre 11 milioni di ebrei, ovvero la globalità della popolazione ebraica europea, compresa quella di Paesi alleati come l'Italia o amici come la Spagna. Chi ha ispirato Hitler? Vittorio Messori scrive 'Le origini dell'antisemitismo violento, sfociato nelle persecuzioni di Hitler, vanno ricercate nel pensiero illuminista e darwiniano. Consideriamo la virulenza antiebraica di Voltaire: non è un caso se nelle scuole della Francia di Vichy veniva imposta la lettura di un libretto in cui erano state raccolte tutte le citazioni antisemite del filosofo dei lumi'.
 Voltaire nel suo 'Dictionaire Philosophique' qualificherà come "mostri" immondi: neri, ebrei e in parte le donne. Sui neri: prima si sofferma sul loro aspetto "disumano", poi passa a sostenerne la minorità, quindi deduce debbano considerarsi bestie, e in quanto tali schiavi; infine, va oltre e afferma che forse i neri hanno avuto origine da "abominevoli incroci" tra donne e scimmie, dalle quali hanno ereditato la mostruosità, mentre dalle donne l'imbecillità, che reputa incapaci di intendere e di volere.
Il razzismo biologico fu riscoperto dagli illuministi e Voltaire ne fu il dottore. Lui il padre dell'antisemitismo, del razzismo, il teorico della misoginia e dello schiavismo.

2 commenti:

  1. Bueno, en realidad en antijudaísmo es muy anterior a Voltaire. Hay conflicto inicial con la separación de los cristianos del judaísmo, luego en la Edad Media se va agravando, por razones religiosas fundamentalmente. De hecho los judíos fueron expulsados de casi todos los reinos a lo largo del medievo.

    El propio Lutero tiene escritos durísimos contra los judíos. Tal es así que la famosa "noche de los cristales rotos" en la que los nazis atacaron a los judíos y sus propiedades se produjo precisamente el día del cumpleaños de Lutero, 10 de noviembre.

    Lamentablemente se trata de un fenómeno histórico muy extendido del que no tiene la patente Voltaire.

    Eso sí, el genocidio nazi supone la expresión más extrema de este odio al pueblo de Israel.

    Un forte abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rafael, grazie per la precisazione!
      Quello che scrivi è vero, ma io ho messo in risalto l'antiebraismo di Hitler che prese spunto proprio da Voltaire e che l'illuminismo dette ancora maggiore virulenza al fenomeno.
      Un abbraccio anche a te

      Elimina