La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




mercoledì 25 marzo 2015

Ave, Vergine e Sposa



Il più eccelso degli Angeli
fu mandato dal Cielo
per dir 'Ave' alla Madre di Dio.
Al suo incorporeo saluto
vedendoti in Lei fatto uomo,
Signore,
in estasi stette,
acclamando la Madre così:

Ave, per Te la gioia risplende;
Ave, per Te il dolore s'estingue.

Ave, salvezza di Adamo caduto;
Ave, riscatto del pianto di Eva.

Ave, Tu vetta sublime
a umano intelletto;
Ave, Tu abisso profondo
agli occhi degli Angeli.
 
Ave, in Te fu elevato
il trono del Re;
Ave, Tu porti Colui
che il tutto sostiene.

Ave, o stella che il sole precorri;
Ave, o grembo del Dio che s'incarna;

Ave, per Te si rinnova il Creato;
Ave, per Te il Creatore è bambino.

Ave, Vergine e Sposa!

(dall'inno Akathistos)

Nessun commento:

Posta un commento