La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




martedì 4 agosto 2015

Vivere e vivacchiare

Essere e vivere da cattolici comporta un impegno non indifferente. A volte esso ha i contorni di una sfida e di una battaglia! Spesso è una sfida con noi stessi, altre volte col mondo intero. Ciò implica una vigilanza, un'attenzione, l'essere pronti, in gamba, informati. Non è ammesso essere ignoranti sulle verità di fede e su come gira il mondo. La cosa più importante però è amare e seguire il Signore Gesù, perché essere cristiani cattolici non vuol dire imparare, seguire e rispettare delle regole ma mettersi alla sequela del Maestro che è Cristo Gesù, nella Chiesa, attraverso il Magistero e l'esempio dei santi.
 
Non sempre è facile, anzi! In alcuni territori del mondo, dove la fede cristiana è minoranza, può diventare molto arduo o perfino pericoloso parlare o addirittura mostrarsi come cristiani, pena la morte, il linciaggio o l'accusa di blasfemia. Lo scenario però non è migliore nei nostri civilissimi Paesi d'Europa dove la testimonianza richiede coraggio sotto ogni profilo, perché qui stiamo rischiando la nostra stessa sussistenza dato che soffiano forti i venti delle ideologie. Ancora una volta, ancora, ancora nei nostri Paesi così evoluti, civili, sempre più laicizzati e lontani da Dio e per questo così disperati e senza senso. La storia, ancora intrisa del sangue versato negli ultimi due secoli, si prepara ad un'altra battaglia contro l'essere umano e la fede cristiana. Questa volta la battaglia da affrontare è sul terreno della famiglia, dei valori cristiani, dei principi non negoziabili, del rispetto per la vita umana. 
 
Siano di sprone le parole del beato Pier Giorgio Frassati che danno coraggio e forza per testimoniare la bellezza dell'essere cristiani cattolici alla sequela di Cristo, Salvatore del mondo:
    
 “Vivere senza una fede, senza un patrimonio da difendere, senza sostenere in una lotta continua la Verità, non è vivere, ma vivacchiare........Anche attraverso ogni disillusione dobbiamo ricordare che siamo gli unici che possediamo la Verità”.
 
(Beato Pier Giorgio Frassati)

2 commenti:

  1. Hermoso escrito.

    Es muy importante tener fe.

    Un beso grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è molto importante! La fede ci rende capaci di affrontare la vita.
      Un abbraccio

      Elimina