La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




giovedì 26 novembre 2015

Wanted

NON DATE LA SANTA COMUNIONE A QUEST'UOMO!
 
L’agenzia spagnola  InfoCatólica ha diffuso la foto di Abel Azcona(un sedicente artista, originario di Pamplona che si definisce un artista «multidisciplinare», specializzato nella cosiddetta «arte d’azione»), affinché tutti, sacerdoti e fedeli laici, «memorizzino il suo volto», e, nel caso «cercasse nuovamente di comunicarsi, per fare in realtà incetta di Ostie consacrate», possano immediatamente assumere i provvedimenti del caso. Che ha fatto di tanto grave Abel Azcona? Lo dice il comunicato stesso: ha fatto incetta di ostie consacrate! Come? si è preso la briga di recarsi in diverse chiese di Pamplona e Madrid durante la S. Messa e, fingendo di comunicarsi, trafugava l’Ostia consacrata. Questo per ben 242 volte! Poi ha usato le particole consacrate per comporre con esse, dopo averle gettate a terra, la parola «pedofilia».
A peggiorar le cose, una mostra dal titolo Desenterrados , allestita proprio in questi giorni da Azcona a Pamplona. Dove ha esposto anche l’opera blasfema in questione. Una persona, che ha preferito restare anonima, ha provveduto a togliere dall'esposizione le Ostie consacrate e le ha trasferite in una parrocchia, per porre fine al sacrilegio.
In questo sito Info Catolica la notizia della Santa Messa in riparazione e su questo sito, creato in seguito ai fatti, Respeto por Navarra, si legge una bella ed accorata difesa di Gesù Cristo, della sua Chiesa ed il desiderio dei cristiani di testimoniare in libertà e rispetto la propria fede.

2 commenti:

  1. No conocía esta historia. Agradezco esta información que has compartido.

    Un beso grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una tristissima vicenda! Il mio parroco dirà una Santa Messa in riparazione. Un grande abbraccio y Viva Cristo Rey!

      Elimina