La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




mercoledì 15 giugno 2016

Exsurge Domine


'Exsurge Domine' è la  bolla di papa Leone X, pubblicata il 15 giugno 1520 che costituisce la risposta con cui la Chiesa cattolica condanna le Novantacinque Tesi di Martin Lutero e gli scritti che egli compose in seguito. 
Il Papa chiede ufficialmente che, entro sessanta giorni dalla pubblicazione della bolla, Martin Lutero ritratti 41 delle sue 95 tesi, così come altri errori di cui parla nello specifico. Inoltre la bolla vieta in tutti i paesi cattolici la stampa, la vendita e la lettura di qualsiasi libro contenenti gli errori e le eresie espresse nelle 95 tesi; il documento pontificio richiede alle autorità secolari il rispetto e l'applicazione di quanto espresso, nei loro domini.
Lutero lasciò scadere il tempo previsto, e il 10 dicembre 1520 bruciò la sua copia della bolla insieme ai volumi di diritto canonico. A seguito di questo atto, il 3 gennaio 1521 con la bolla 'Decet Romanum Pontificem' fu scomunicato.

Nessun commento:

Posta un commento