La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




martedì 6 dicembre 2016

Aspettando il Natale

 
Il mondo in cui viviamo sembra divenire ogni giorno più secolarizzato e materialista. Non riconosce più una verità che sia eterna e che coinvolga tutti. Papa Benedetto ha coniato la celebre espressione “dittatura del relativismo”: vivere senza l’eterna Verità di Dio è vivere senza Cristo, nell’oscurità, nell’ignoranza, nel dubbio e nella paura. Cristo è venuto a rendere testimonianza alla Verità e a liberarci dalle tenebre del peccato e della morte e illuminarci con la Buona Novella della Sua misericordia e del Suo amore. Le prima parole del Suo ministero pubblico sono -Il Regno di Dio è vicino. Convertitevi e credete al Vangelo!-
 
(Omelia di S.E.R. Mons. Alexander K. Sample, Arcivescovo di Portland)
Roma, 30 ottobre 2016
Chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini

2 commenti:

  1. Una bella imagen para una espera tan dulce.

    Un beso grande.

    RispondiElimina
  2. Es la espera mas dulce!

    Un beso y un abrazo de amistad

    RispondiElimina