La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




mercoledì 5 febbraio 2014

Italia: spaghetti, mandolino e corruzione!

 
Gli stereotipi sull'Italia sono duri a morire ed ora ci si mettono anche gli Italiani stessi! Il Rapporto sulla corruzione nell’Unione Europea, presentato a Bruxelles da Cecilia Malmström, Commissario agli Interni dell’Ue, registra un quadro di corruzione sparso in tutti i Paesi membri. Purtroppo è vero che in Italia esiste la corruzione, ma non più rispetto ad altri Paesi Europei e pensare che questa sia dovuta all'influenza della Chiesa Cattolica, alla sua posizione geografica lambita dal Mediterraneo ed alla presenza di Berlusconi (pare che sia la sua esistenza in vita a produrre in Italia tutta la corruzione esistente), è davvero inaccettabile e ridicolo!  Eppure la nostra classe politica ed il popolo della carta stampata sono davvero convinti di questo: un harakiri in grande stile! Per fare onore alla verità: dal Rapporto emerge che solo il 2% dei cittadini e il 5% delle imprese ha avuto esperienza diretta di tangenti, in linea con la media Ue. Un dato che sicuramente non ci fa onore ma che ci spinge ad essere più ottimisti e ad amarci un po' di più come Italiani.  

4 commenti:

  1. Por desgracia, en España existe mucha corrupción. Parece que sea un tema lamentable y difícil de solucionar.

    Un beso grande, Martina.

    RispondiElimina
  2. AMALIA, la piaga della corruzione sembra difficile da guarire, hai ragione. Credo che solo la conversione possa portare beneficio all'intera società. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Martina, es posible que tal como dice el estudio que comentas Italia y España tengan un alto nivel de corrupción, pero como decía el dicho latino: Corruptio optimi pessima. Ahora sólo nos hace falta dar marcha atrás y volver a ser "optimi".

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. RAFAEL, dobbiamo proprio provarci ad essere 'optimi' altrimenti continueremo a sprofondare nel 'pessima' della 'corruptio'.....
    Un abbraccio

    RispondiElimina