La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




martedì 25 febbraio 2014

Indottrinamento gay


L'indottrinamento delle teorie del gender è arrivato nelle scuole italiane e tutto all'insaputa dei genitori. I bambini degli asili e delle scuole elementari dell'Umbria sono tornati a casa con libretti dell'Unar e con favole gay.
Per quanto riguarda le favole, i quotidiani locali raccontano che ad essere stata diffusa è quella intitolata Qual è il segreto di papà? Storia di due uomini omosessuali che rivelano la loro relazione ai piccoli. I genitori delle scuole si sono lamentati di non essere nemmeno stati avvisati del progetto e stanno raccogliendo firme per bloccare l’attività all’asilo. Sottolineo che tutto è accaduto all'insaputa dei genitori, anche se gli organizzatori lo negano. La scorsa settimana l’assessore del Comune di Perugia con delega alle Pari Opportunità, Lorena Pesaresi, ha negato in un’intervista di avere una qualche responsabilità su quel che stava succedendo negli asili. L'associazione delle famiglie umbre, tramite il portavoce, fa sapere che è da tempo che combatte questa battaglia in silenzio e che da almeno quattro anni esiste questo fermento di prurito educativo genderiale e gay: infatti gli 'esperti' vanno nelle scuole per catechizzare i ragazzini, già dall’età di 8 anni, per renderli edotti del fatto che l’omosessualità è una variante naturale della sessualità, incoraggiandoli anche a provare se la loro natura era gay o etero. L'associazione ha ultimamente reso edotte le famiglie, suggerendo tra l'altro di tenere a casa i bambini nelle ore in cui vengono somministrati questi corsi mettendo in essere una sorta di obiezione di coscienza.
 
Per saperne di più


4 commenti:

  1. Che vergogna, ormai non vedi altro, tra tv, giornali, film, strada, stanno raggiungendo il loro scopo, va a finire che gli strani siamo noi!!!....ma io ho fiducia nella Provvidenza!!! Dio vince sempre!!!
    un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  2. En España el adoctrinamiento del lobby gay es constante. Imponen a nuestros hijos la ideología de género y poco pueden hacer los padres.

    Por otro lado, tanto la izquierda como la derecha favorecen una política de desprecio a la vida. Es difícil saber a quién votar, cuando los principales partidos apoyan las mismas cuestiones.

    Gracias por estas denuncias, Martina. Europa necesita un gran empuje evangelizador. Un abrazo!!

    RispondiElimina
  3. La homosexualidad es, efectivamente, una variante sexual, como la heterosexualidad, la bixesualidad, la transexualidad y la intersexualidad.

    Al ser menor el número de homosexuales que la mayoría heterosexual, y al ser aquellos vilipendiados por una buena parte de la sociedad heterosexual, veo bien que en las escuelas se enseñe a los niños las diferencias de opciones sexuales que hay, de esa manera se evitará en gran medida que los niños homosexuales sean acosados y proscritos por los niños que no lo son, lo que ha llevado, incluso, a suicidios y homicidios; y que éstos últimos aprendan que las minorías deben ser respetadas, pues su dignidad es la misma que la de cualquier ser humano.

    Por último. Si Dios hubiese querido que todos fuéramos heterosexuales, así hubiese sido; pero no. Nadie, y un creyente (en cualquier dios aún menos) puede tratar de acallar, ni mucho menos eliminar, a ninguna de las criaturas del Creador.

    RispondiElimina
  4. ANGELO, mi pare proprio che quelli 'strani' siamo già noi!

    ELIGELAVIDA, purtroppo anche qui in Italia non esistono differenze tra i programmi politici della sinistra e della destra.

    JUAN IGNACIO, ogni inclinazione diversa da quella tra uomo e donna è contro natura. Qui però non si tratta di giudicare le persone (ognuno è libero di fare della propria sessualità ciò che vuole!) ma l'indottrinamento e la coercizione ideologica quelle non sono accettabili, soprattutto ai danni dei bambini. Puoi stare certo che i morti suicidi non sono dovuti alla persecuzione, qui in Italia si è molto gay friendly.....

    RispondiElimina