La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




giovedì 5 aprile 2012

Pane del Cielo


......per tutti gli affamati di Eternità....

3 commenti:

  1. ......Tornò per la seconda volta l'angelo del Signore, lo toccò e disse:" Alzati e mangia, perchè è troppo lungo il cammino." Si alzò, mangiò e bevve. Con la forza di quel cibo camminò per quaranta giorni e quaranta notti fino al monte di Dio, l'Oreb.
    1Re 19, 4-8

    Signore donaci quel cibo, lungo e faticoso è il cammino della nostra vita.

    RispondiElimina
  2. A mí me resulta asombroso que en un "pedazo de pan" haya más vida que en un pájaro o en un león. Es más, que contenga "la Vida". Y lo comemos con sorprendente naturalidad.

    RispondiElimina
  3. Es el Pan que te alimenta el alma y te da esperanza. Un beso.

    RispondiElimina