La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




lunedì 10 settembre 2012

Offerta del lavoro a Gesù


'Benedici Signore le mie attività di oggi, in unione col sangue che tu offristi sulla croce, offro all'Eterno Divino Padre, ogni mia fatica ed ogni mio sacrificio, perchè sia causa di salvezza per me e per i miei cari.' Amen Questa breve preghiera la recito volentieri ogni mattina, per affidare alle mani operose del Signore ogni mia attività in casa e fuori. Il Signore Gesù ha vissuto nel nascondimento per 30 anni, facendo un umile lavoro, nella sottomissione e nel silenzio: così facendo ha santificato il lavoro delle nostre mani e delle nostre menti. Non possiamo non affidarlo a Lui che nobilita e santifica il nostro sudore, trasformandolo in frutti di santità e abbondanza. Gesù stesso ci dice che senza di Lui non possiamo far nulla! Con Lui invece faremo cose grandi. Le cose grandi, il più delle volte, sono umili, nascoste, silenziose. Ogni cosa fatta con generosità, amore, dedizione, spirito di sacrificio e con il Signore, unendosi al suo sacrificio sulla croce, è cosa grande ai suoi occhi. Anche se il mondo disprezza quello che non è ridondante, maestoso e roboante, il Signore vede ogni nostra fatica, ogni nostro sacrificio e ci ama infinitamente, perchè così facendo cooperiamo, seppur in maniera imperfetta, all'opera grandiosa e maestosa della Creazione ed acceleriamo la venuta del suo Regno. Avere la consapevolezza che Gesù lavori con noi, accanto a noi, guida le nostre mani e dirige il nostro cuore deve darci forza, impeto, grande entusiasmo per ciò che occupa la maggior parte della nostra giornata, per ciò che fa di noi delle creature che a loro volta soffiano l'alito del sacrificio e della fatica sulla fragile materia e creano!          

2 commenti:

  1. Siempre hay que rezar, no nos debemos olvidar de hacerlo, trae buenos resultados y no tiene ni contraindicaciones ni efectos secundarios.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. JUAN IGNACIO, è la giusta medicina per tutti, la panacea per ogni nostro male.....
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina