La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




martedì 14 gennaio 2014

Dalla culla alla croce

Il tempo di Natale è concluso ma non è terminato il tempo di Dio. Il Suo Natale ha gettato una scia luminosissima sull'intero Anno Liturgico tale da renderci più chiaro e semplice il cammino. L'incarnazione del Verbo splende nella nostra vita nonostante i nostri difetti, meschinità, peccati, infedeltà. Con la sua venuta il Signore si fa prossimo a noi, cammina insieme a noi, soffre, spera, prega con noi ed in noi. Nulla della nostra vita gli è estraneo, niente è lontano o distaccato, tutto concorre al nostro bene se soltanto ci lasciamo trasportare dall'onda divina; tutto viene raccolto dalla misericordia del Signore che ha dato la sua vita per noi: lacrime, dolore, affanni, ansie, malattie, tutto Egli prende con sé dalla culla alla croce. Nulla tralascia di noi e delle nostre cose! Il suo amore non gli permette di trascurare ogni nostro movimento, ogni sobbalzo del nostro cuore. Tutto trasforma, anche se ai nostri occhi tutto resta sempre uguale e tutto continua inesorabilmente a graffiarci il cuore e l'anima. Sono sopraffatta dal grande amore di Dio, dalla sua tenerezza, vicinanza e dal suo enorme desiderio di condividere la sua vita con la nostra e di fare della nostra un inno di lode, un cielo luminoso, un viaggio ricco e consolante seppur accidentato. Basta avere la certezza del suo amore per noi e mai dubitare che sia Lui a condurre la nostra piccola storia tra le onde ed i confini del misterioso viaggio verso il Cielo.  

7 commenti:

  1. L'Amore di Dio è grande, così come la sua misericordia. Ci cammina accanto, ci prende in braccio quando siamo stanchi di camminare sui sentieri impervi della vita, ci aiuta, Lui, che ha portato la croce prende anche la nostra.
    Ci dona le ali della fede e della forza per innalzarci.
    Lo so non ci abbandonerai mai.

    RispondiElimina
  2. Creo que Dios camina cerca de nosotros para ayudarnos a que nuestro camino sean más esperanzador. El siempre está ahí, a nuestro lado.

    Un beso grande, Martina.

    RispondiElimina
  3. ADRIANA, è vero l'amore di Dio è grande anche quando non lo capiamo, quando desideriamo ciò che Egli sembra non sia disposto a darci. Che fare, se non attraversare ogni Mar Rosso?
    Siamo con voi, sempre.....
    Un grande abbraccio

    AMALIA, dobbiamo ricordarcelo sempre, soprattutto nelle afflizioni. Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ma che bello questo post, Martina, ed è proprio così.
    Rassicurante in ogni circostanza, anche quella più sofferta.
    Grazie, e un abbraccio grande grande!

    RispondiElimina
  5. KARIN, grazie a te! E' scaturito dal cuore che desidera rassicurare e consolare una grande amica. Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Grazie amica mia, tanto cara e dolce
    ti ringrazio di tutto cuore per le parole che sai far udire al mio cuore.
    Chi è più vicina a Gesù se non Sua Madre Maria Santissima?
    Come Santa Bernadetta prego:
    "O Madre è nel vostro cuore che io vengo ad affidare le angoscie del mio cuore ed attingervi forza e coraggio."
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. ADRIANA, affidiamo tutto al Cuore di Maria che comprende ogni cosa anche ciò che noi non capiamo. Ti abbraccio e prego.....

    RispondiElimina