La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




giovedì 11 febbraio 2016

La crisi della Chiesa

 
«Vediamo moltiplicarsi da qualche anno i segni di una crisi spirituale quale raramente scosse la Chiesa. Sotto i nomi equivoci di 'nuova Chiesa', di 'Chiesa postconciliare', è una Chiesa diversa da quella di Cristo che rischia di essere instaurata, se si può parlare di instaurazione per designare un fenomeno che è prima di tutto di abbandono e di disintegrazione, una società antropocentrica, minacciata di apostasia immanente e che si lascia trascinare in un momento di generale dimissione, col pretesto del ringiovanimento, dell’ecumenismo e dell’adattamento».
 
(Card. Henri de Lubac)

2 commenti:

  1. Realmente no sé lo qué pasa. Pero está cambiando mucho todo...

    Un beso, Martina.

    RispondiElimina
  2. Sin embargo, no podemos negar que es un cambio que transforma la sociedad y la cristianidad, que cambia el modo de vivir y que acelere el proceso de secularización.
    Un abrazo

    RispondiElimina