La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




domenica 29 dicembre 2013

La città profetica


Betlemme, piccola cittadina della Palestina, in ebraico significa 'Città del pane', mentre in arabo significa 'Città della carne'. Gesù è il Pane Vivo disceso dal Cielo ( Gv 6,41)  ed è emblematico il fatto che abbia scelto proprio questa cittadina per incarnarsi, nascere e manifestarsi al mondo intero e gli antichi profeti lo avevano predetto.
 
 
 

 

4 commenti:

  1. En la alegría y dulzura de estos entrañables días, te mando un beso grande.

    RispondiElimina
  2. AMALIA, è arrivato il capodanno e ti mando un mondo di auguri!

    RispondiElimina
  3. Hola Martina!! Paso a saludarte y a desearte un Feliz y Santo Año Nuevo!!!

    RispondiElimina
  4. ELIGELAVIDA, anche a te auguro un felice anno nuovo.....

    RispondiElimina