La mia Terra di Mezzo

Tra un fonendo ed una tazza, scorre la mia Terra di Mezzo, il mio presente, sospeso tra il passato ed il futuro, il creato e l'increato, il finito e l'infinito, l'azione e la preghiera, il bene e l'anelito di santità, le luci e le ombre, il dire e il fare, la gioia e il dolore, le parole e il silenzio, il visibile e l'invisibile, il donare e il ricevere, il familiare e l'estraneo, i profumi, i colori, i sapori della natura. Amo le porte, si possono aprire, spalancare sul mondo, ma si possono anche chiudere, per custodire preziosi silenzi e recondite preghiere....




venerdì 10 febbraio 2012

Preghiera di un peccatore

                                          

Perdermi vorrei in Te, Signore,
nell'abisso arcano in cui vivi.                   
Travolto da impetuose onde             
sperduto naufrago
salvarmi può soltanto la tua potenza.
             Risucchiami e trascinami come marea              
in un delirio di suoni ammalianti             
nel profondo oceano azzurro del tuo Cuore,
nella limpida essenza del tuo mistero,
nel placido riposo della tua sapienza.
Inebriami di Luce e Verità,
scioglimi come cera
nel fuoco ardente del tuo Amore.
Sangue vermiglio d'Agnello Immolato,
riscattami ancora col tuo Olocausto.
Ridonami il perduto candore
dal male macchiato.
Inutile tuo servo sono
rudere umano cadente.
La tua misericordia è la mia Speranza.
AMEN
(2 marzo 1992)
per gentile concessione di Giovanni Mangano   

4 commenti:

  1. Pensando......in me
    Che cosa sono il o Signore?
    Nulla, meno di nulla.....
    no, sbaglio...Tu hai voluto che io fossi
    quindi esisto perchè Tu lo vuoi.
    Sono una goccia d'acqua nel mare,
    la goccia è piccola, il mare grande;
    dice la goccia:" Iio sono piccolisima
    e non posso dissetare, non posso rinfrescare
    ma se Tu mi assorbi... se io o te o mare
    diventiamo una sola cosa, allora anch'io
    potrò fare grandi cose".
    Signore fammi tuo strumento
    rendimi forte in Te, aiutami a dire
    "Sia fatta la tua volontà".
    Mi fa paura questa frase perchè so che la mia fede non è così solida.
    Ti prego mio Dio non mettermi alla prova.
    Ritorornerei la piccola goccia.
    Abbi pazienza con il Tuo amore ce la farò.
    Adriana

    RispondiElimina
  2. Adriana, che bella la similitudine con la goccia! Siamo piccini ma insieme al mare saremo mare anche noi! Immersi nella Divinità.....

    RispondiElimina
  3. Estimada hermana, gracias por este bello compartir que decir sólo, que Dios camina enla historia de cad hombre, y cada paso que damos no son los nuestros son sus pasos, que Dios rico en misericordia la llene de su Paz Feliz y santo fin de semana hermana.

    RispondiElimina
  4. POR SILENCIO EN LA ORACION:
    La poesia è di un mio caro, paterno, vecchio amico. Un uomo ricco di fede, carità e speranza! Un uomo che ha molto sofferto e che mi ha insegnato a soffrire. Un uomo che ama la vita e che mi ha insegnato a vivere. Un uomo che ama e che mi ha insegnato ad amare. Ha 80 anni e attende con amore la chiamata del Signore. Io lo amo come una figlia può amare un padre. Sono molto simile a lui, la mia anima lo sente sempre presente in me anche se viviamo lontani. Grazie per le sue profondi parole. Il Signore la benedica!

    RispondiElimina